Avete immagini, loghi, caschi, autografi, poster, programmi e risultati relativi a questa pagina. MagF1 ha bisogno di te! Aiutateci a completare o modificare il database contattandoci tramite il formulario di contatto o via e-mail a contact@magf1.com.

Pubblicita
Pubblicità

Sam Bird è partito in seconda posizione e ha gestito perfettamente le modalità di attacco per prendere la sua prima vittoria con Jaguar, davanti al poleman Robin Frijns e Jean-Eric Vergne.

Il potere dell’abitudine. Dal lancio della Formula E, solo un pilota ha vinto ogni stagione, Sam Bird. L’inglese non fa eccezione alla regola quest’anno, visto che ha vinto la seconda gara del fine settimana a Diriyah, in Arabia Saudita. Il nuovo pilota Jaguar, trasferito da Virgin Racing, ha segnato la sua prima vittoria con il produttore e ha confermato la sua consistenza impressionante.

Per vincere, ha gestito magistralmente l’uso di modalità di attacco, che gli ha permesso di avere la meglio sul suo ex compagno di squadra e poleman Robin Frijns, che ha finito secondo.

La rimonta del giorno è stata guidata dai piloti DS Techeetah Jean-Eric Vergne e Antonio Felix Da Costa. Il francese, partito settimo, e il campione in carica, partito decimo, sono risaliti al terzo e quarto posto. Eppure, avrebbero potuto perdere tutto. Prima di tutto, hanno litigato tra loro sull’orlo di un incidente, anche se erano in lizza per la vittoria.

Poi, l’uscita della safety car a dieci minuti dalla fine avrebbe potuto impedire a Vergne di impostare la sua seconda modalità di attacco obbligatoria. Ma la bandiera rossa finale lo ha salvato.
D’altra parte, i grandi perdenti sono stati i piloti motorizzati Mercedes. Intoccabile il venerdì, Nyck De Vries ha pagato per il suo divieto di qualificazione, come ha fatto Stoffel Vandoorne, il runner-up 2020. Edoardo Mortara, che era anche in grande forma il venerdì, non era nemmeno in grado di prendere parte alla gara dopo la sua spettacolare uscita durante le prove.

Un altro favorito, Sébastien Buemi (Nissan DAMS), ritirato con un problema meccanico mentre era nei punti. Mitch Evans, terzo venerdì nella sua Jaguar, anche ritirato dopo una collisione con Maximilian Günther (BMW).

Pagina tradotta automaticamente dal Francese con DeepL®

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità

Notizie correlate

Pubblicita
Pubblicità
Iscriviti alla nostra newsletterPer ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti sul MagF1

    MagF1 non ha alcuna connessione con il Gruppo Formula One, la FIA, il FIA Formula One World Championship o Formula One Licensing B.V. e il suo contenuto non è approvato o sponsorizzato da queste entità. I termini F1, FORMULA UNO, FORMULA 1, FORMULA UNO e FORMULA 1 e qualsiasi combinazione di questi termini così come i loghi utilizzati in relazione al Campionato Mondiale di Formula Uno sono di proprietà di Formula One Licensing B.V. Essi non possono essere utilizzati in alcun modo che implichi un legame ufficiale con Formula One Group, la FIA, il Campionato Mondiale di Formula Uno FIA o Formula One Licensing B.V. Quest'ultima si riserva il diritto di prendere provvedimenti in caso di violazione.