Avete immagini, loghi, caschi, autografi, poster, programmi e risultati relativi a questa pagina. MagF1 ha bisogno di te! Aiutateci a completare o modificare il database contattandoci tramite il formulario di contatto o via e-mail a contact@magf1.com.

Pubblicita
Pubblicità

L’uomo d’affari franco-saudita è morto domenica a Ginevra all’età di 68 anni.

Nato nel 1952 a Ginevra, Mansour Ojjeh era il figlio di Akram Ojjeh, un uomo d’affari saudita che ha fatto fortuna negli anni ’70 come intermediario nella firma di grandi contratti di armi attraverso la società TAG (Techniques d’Avant-Garde), inizialmente con sede in Lussemburgo.

Mansour Ojjeh, che è francese da parte di sua madre, è diventato capo della holding TAG alla fine degli anni settanta, che ha iniziato a investire in Formula Uno con Williams in un momento in cui la squadra britannica era sponsorizzata da numerosi sponsor sauditi come Fly Saudia e Albilad.

Figura di spicco della F1, l’uomo d’affari franco-saudita è stato uno degli azionisti storici del costruttore britannico McLaren, in cui ha preso una partecipazione nel 1984 attraverso il gruppo Techniques d’Avant Garde (TAG).

Fino al 1987, i motori turbo TAG Porsche utilizzati dalla McLaren nelle gare di Gran Premio, compresi quelli che hanno vinto il campionato del mondo nel 1984, 1985 e 1986 con Niki Lauda e Alain Prost, erano marchiati TAG.

Stretto alleato dell’ex capo della McLaren Ron Dennis, Ojjeh è stato determinante nel rendere il team di Woking una delle squadre più potenti sulla griglia. Nel 2013, ha subito un doppio trapianto di polmone prima di fare un discreto ritorno al paddock dove è rimasto un giocatore importante, così come nell’organizzazione McLaren.

Pagina tradotta automaticamente dal Francese con DeepL®

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Pubblicità

Notizie correlate

Pubblicita
Pubblicità
Iscriviti alla nostra newsletterPer ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti sul MagF1

    MagF1 non ha alcuna connessione con il Gruppo Formula One, la FIA, il FIA Formula One World Championship o Formula One Licensing B.V. e il suo contenuto non è approvato o sponsorizzato da queste entità. I termini F1, FORMULA UNO, FORMULA 1, FORMULA UNO e FORMULA 1 e qualsiasi combinazione di questi termini così come i loghi utilizzati in relazione al Campionato Mondiale di Formula Uno sono di proprietà di Formula One Licensing B.V. Essi non possono essere utilizzati in alcun modo che implichi un legame ufficiale con Formula One Group, la FIA, il Campionato Mondiale di Formula Uno FIA o Formula One Licensing B.V. Quest'ultima si riserva il diritto di prendere provvedimenti in caso di violazione.